I piani top per l'ambiente cucina, prodotti in laminato stratificato HPL, sono utilizzati per azzerare i danni causati dall’acqua, dal vapore e dalle infiltrazioni degli oli.

Date le caratteristiche di impermeabilità di questi piani si prestano nell'utilizzo di top con lavello integrato nel piano, soluzioni che  innalzano il valore estetico e funzionale del prodotto.

La nostra azienda è in grado di produrre top con vasche integrate, formate con pareti  in stratificato HPL, nella stessa identica finitura del top, e con il fondo in accaio inox. Ogni piano viene prodotto su ordinazione, seguendo il disegno del cliente.

TIPOLOGIE & FORMECARATTERISTICHEDIMENSIONICOLORI e FINITUREPROFILILAVORAZIONIPULIZIA e MANUTENZIONE
Realizziamo piani con spessori da 10mm a 140mm predisposti  per piani cottura e lavelli a filotop, sottotop, semifilo, incasso grezzo e con vasca integrata.

Lo stratificato HPL è un laminato a forte spessore (10mm) ad alta pressione (HPL), con superficie decorativa rispondente alle norme EN 438 e ISO 4586.
E’ disponibile in diversi colori e finiture e  entrambi i lati sono decorati.
E’ costituito internamente da strati di fibre cellulosiche impregnati con resine fenoliche e superficialmente da uno o più strati di fibre cellulosiche con funzione estetica, impregnati con resine termoindurenti.
Il processo produttivo prevede l’applicazione combinata di calore (150 °C) e alta pressione (9 MPa) in apposite presse multivano dove avviene la policondensazione delle resine. Disponibili in diverse varianti, in cui le resine fenoliche e/o le carte kraft sono additivate con sostanze ritardanti la fiamma.


I VANTAGGI DELLO STRATIFICATO HPL

  • Materiale non poroso che non crea la formazione di muffe e/o batteri
  • Resistente ai graffi
  • Resistente agli urti
  • Resistente all’abrasione e all’usura
  • Alta resistenza agli agenti chimici ed organici
  • Alta impermeabilità
  • Antipolvere
  • Facile da pulire
  • Atossico ed idoneo al contatto dei cibi
  • Compatibile con l’ambiente
  • Non è propagatore di fiamma
  • Termoresistente (fino a 170°)
  • Stabilità dimensionaria e qualità autoportanti già con lo spessore 10mm
  • Ampia gamma di decorativi e combinazioni


CARATTERISTICHE FISICHE E MECCANICHE
Grazie all’ottima resistenza all’acqua e al vapore, lo stratificato HPL è il materiale ideale per tutte le applicazioni in ambienti umidi.
Le naturali variazioni di temperatura e umidità non compromettono le proprietà dello stratificato HPL che non risente degli shock termici, conservando inalterate le sue proprietà fisiche e meccaniche. Fluttuazioni anche estreme di temperatura e di umidità relativa, non hanno effetti sull’aspetto e sulle proprietà del pannello.

STABILITA’ DIMENSIONALE
Per effetto di fenomeni naturali, lo stratificato HPL subisce una moderata variazione dimensionale: si contrae in presenza di bassa umidità e si espande in presenza di alta umidità.
La particolare compattezza dello stratificato HPL assicura un’ottima combinazione di caratteristiche meccaniche quali la resistenza alla flessione, alla trazione, alla compressione ed all’impatto.
L’omogeneità e l’alta densità dei pannelli garantiscono un’elevata resistenza all’estrazione degli elementi di fissaggio, quali viti o inserti.

CONSIGLIATO PER LE SUE CARATTERISTICHE

Grazie alle caratteristiche di impermeabilità del laminato stratificato HPL è possibile installare lavelli a filo top e sottotop.
 La nostra azienda è in grado di produrre top con vasche integrate squadrate nella stessa identica finitura del top. 


Le dimensioni massime di un singolo piano sono:

  • dimensioni: 4000 x 1250 mm
  • spessore lastre 10 mm
  • spessore piano fino a 140 mm

I nostri pannelli in stratificato HPL sono disponibili nella sottoriportata cartella colori e l'interno del piano/top è realizzato in due versioni: il Nucleo Nero e il Full Color.

  • L'interno nella versione NUCLEO NERO è formato con strati di cellulosa di colore scuro (nero o marrone a seconda del decorativo esterno).
  • La versione FULL COLOR presenta l'interno composto da strati di primissima scelta dello stesso colore o comunque del colore dominante del decorativo superficiale.

FINITURE SUPERFICIE: La stessa finitura della superficie può essere:

  • Finitura Seta (liscia)
  • Finitura Climb (ruvida)
  • Finitura Mika (ruvida con elementi brillanti)

COLORI: Per una reale  fedeltà cromatica delle superfici è opportuno fare riferimento al nostro campionario in vostro possesso.

Versione NUCLEO NERO

Versione FULL COLOR

Piano-profilo LApiano_LA

Piano-profilo DLpiano_DL

Piano-profilo TTpiano_TT

Piano-profilo SCpiano_SC

Possiamo eseguire le seguenti lavorazioni:

  • Foro incasso grezzo
  • foro incasso filotop/sottotop
  • foro incasso circolare max Ø 150 mm
  • foro incasso ad angolo
  • giunzione top angolare a 90°
  • angolo fuori squadra
  • foro per mix Ø 35mm
  • foro per presa elettrica
  • Foro con bussola M4/M6
  • Scarico areazione su top
  • Fresate per kit appoggia-pentole
  • Scanso per lato a vista Cat LA
  • Scanso per lato a vista Cat DL
  • Scanso per lato a vista Cat TT
  • Scanso per lato a vista Cat SC
  • Scanso per lato non a vista
  • Terminale spigolato Cat LA
  • Terminale spigolato Cat DL
  • Terminale spigolato Cat TT
  • Terminale spigolato Cat SC
  • Raggiatura su bordo (solo su profilo LA)
  • Rilievo misure da dima
 Per la pulizia quotidiana è consigliato l’utilizzo di detergenti neutri come , ad esempio, lo sgrassatore Chante clair o il detersivo comune per i piatti(es. Svelto).
Non usare assolutamente sostanze abrasive o graffianti (polveri o detergenti abrasivi, pagliette, non usare lato verde della spugnetta...), detergenti o decalcificanti o pulitori per scarichi contenenti acidi o sali fortemente acidi (a base di acido cloridrico, formico o aminosolfatico...), detergenti per metalli o per il forno.
Se si presenta la necessità di utilizzare una sostanza sturalavandini o pulitori per scarichi si consiglia di limitare il contatto del liquido alla sola superficie della piletta di scarico senza coinvolgere il laminato.
Evitare di versare liquidi bollenti direttamente nel lavello senza aver prima aperto e fatto scorrere acqua fredda sul fondo della vasca (resistenza al calore fino a 180°)
In caso di calcare ostinato è consentito l’utilizzo di aceto da cucina nella parte interessata lasciandolo agire per massimo 5 minuti e risciacquando abbondantemente subito dopo. Se il calcare persiste ripetere l’operazione.
E’ sconsigliato l’utilizzo di anticalcare concentrato (es. Viakal) perché il deposito prolungato dello stesso danneggia il laminato.